Nei dintorni

Passeggiate a Cavallo

Passeggiate a cavallo sulle colline liguri, scuola in campo per adulti e bambini. Villaviani Pontedassio - Per info chiamare 333.2799858.

Il paesaggio: la natura integra.

Ti trovi nella verde val Prino. Un ambiente in gran parte incontaminato. Impara a conoscerlo: cerca i corsi d'acqua, freschi ed ombrosi. Risali le sponde ricche di vegetazione fluviale, ai margini di antichi sentieri. Ecco gli oliveti, che ammantano la valle intera e la Liguria occidentale. Cammina sotto le olive, godi dell'ombra d'argento. Osserva i milioni di metri cubi di pietre che permettono i tuoi passi. Oltre, ci saranno i boschi, di roverelle e poi di faggio ed infine i pascoli. Qui da Chiarina si vive la vita di una volta, con tutta la comodità di oggi. Da non perdere durante la tua vacanza: il bagno nei laghetti di Lecchiore; una escursione nei boschi di Dolcedo.

Le antiche strade: i cammini di pietra.

Camminando, in bicicletta, a cavallo…in ogni modo puoi conoscere in modo molto profondo la Liguria occidentale utilizzando le antiche mulattiere. Pietra dopo pietra, creano un reticolato lungo chilometri e chilometri. La spina dorsale della viabilità del passato erano le vie dette "marenche" cioè "del mare", che collegavano la costa ligure con la pianura padana. Lì viaggiavano il sale, l'olio, il grano, i formaggi: un grande ambito di scambio. Lungo le strade incontri abitati, sacri piloni votivi e cappelle destinate alla protezione del viandante, oltre alle caselle dei pastori. Da non perdere durante la tua vacanza: la cappella di Santa Brigida sulla strada del monte Faudo; una passeggiata per i pascoli di Dolcedo fino al passo di Vena (e oltre).

Gli abitati: come sono fatti, cosa puoi osservare ?

In val Prino potrai conoscere l'aspetto più caratteristico dei borghi liguri. Dolcedo piazza, con i suoi ponti, i suoi campanili, le sue torri tardo medievali. I paesi sono spesso un intrico di vicoli detti "caruggi". Molti sono del tutto coperti: vuol dire che lì la strada e l'abitato esistono da più tempo, perché piano piano le case hanno coperto anche il passaggio. Le case sono spesso concluse da logge con arcate: lì si facevano seccare le derrate alimentari, come i fichi. Ci sono poi chiese monumentali, santuari, cappelle rurali e spettacolari ponti. Un mondo da scoprire.

Da non perdere durante la tua vacanza  Loggia pubblica, sagrato e chiesa parrocchiale di Dolcedo; fotografare le torri quattrocentesche negli abitati; il ponte duecentesco di Dolcedo detto "dei cavalieri di Malta", quello di Ripalta e quello antico di Clavi presso Torrazza. Il santuario di Montegrazie o quello della Madonna del Piano di Tavole; Valloria e le sue porte dipinte e tutti i paesi dell'alta valle Prino.

La cucina del Ponente ligure: la varietà, il gusto.

La scoperta del gusto nella Liguria occidentale è un'avventura entusiasmante. Andate oltre i luoghi comuni che raccontano di una cucina ligure tutta basata sul mare o sul pesce. In realtà non c'è un alimento che prevalga sugli altri e la dimensione mediterranea è completata da una straordinaria offerta di prelibatezze. Il principio comune è la varietà, arricchita dai prodotti di origine americana, come patate e pomodori, ma affermatisi solo nel XIX secolo. La cucina della val Prino fa parte di questa realtà: torte salate, sia ripiene (torte verdi) che guarnite (pisciadèla, sardenaira, piscialandrea…e non chiamatela pizza) che semplici come nel Medioevo (la farinata). Tutta la verdura è lavorata, anche per i ripieni leggendari: cipolle, zucchini tipici "a trombetta", fiori di zucca, patate, pomodori…Le carni sono molteplici, legate agli animali da cortile od alla cacciagione. Di fronte, c'è il mare, con tutta la sua varietà e la possibilità di gustare infinite specialità di zuppe, fritture e ricette. Tutto è legato da un filo d'oro, quello dell'olio extravergine di oliva di cultivar taggiasca: sapore fruttato, profondo, privo di acidità. E anche i vini sono adatti alla cucina: il sontuoso Rossese di Dolceacqua, il piacevole Ormeasco, i bianchi della Riviera Ligure di Ponente, come il Vermentino ed il Pigato. Scoprite con noi questi tesori...

testi di Alessandro Giacobbe    
codice CITR : 008030-AGR-0003    
Agriturismo Chiarina - Dolcedo - IMPERIA - ITALY - di Giuse Barnato c.f. BRNGSI84P10E290G e p.iva 01478190083
info@agriturismochiarina.com - ITALIANO / DEUTSCH / ENGLISH / FRANCAIS - Claudia +39.331.7654297
 
    Powered by Centro Stampa Offset Imperia
    Questo sito non utilizza COOKIE di profilazione, ma soltanto COOKIE TECNICI (di Sessione, e di Google Analytics) per il corretto funzionamento del sito stetto